Baccarat: come funziona la strategia di gioco

Baccarat: introduzione alle strategie principali

Nel quinto capitolo della guida di StarCasinò ai giochi da casinò hai iniziato a conoscere il baccarat: che tu sia un giocatore novello o un professionista, potrai imparare (o ripassare) le dritte principali per giocare al meglio le tue partite a baccarat, sia che si tratti di baccarat online che di baccarat nei casinò fisici. In questo capitolo viene infatti presentata una serie di consigli utili ad ottimizzare la tua esperienza di gioco: le basi per i principianti, il corretto funzionamento del sistema di assegnazione dei punti, i consigli su come gestire il proprio denaro e, infine, una serie di sistemi a cui è possibile ricorrere per seguire una tattica solida e comprovata. Come negli altri capitoli, alla fine troverai il quiz riassuntivo per verificare le tue conoscenze sulle tattiche e i sistemi di gioco al baccarat: mettiti alla prova!

Guida al baccarat per principianti: trucchi e consigli

Quando ci si avvicina ad un gioco nuovo, è importante conoscerne e studiarne le regole, a partire dalla distribuzione delle carte fino all’aspetto stesso del tavolo e alla disposizione dei giocatori durante le partite. Il primo approccio a questo gioco è sicuramente quello con il tavolo: noterai subito la pala (o paletta), uno strumento peculiare utilizzato per diversi giochi di carte come anche il poker, utile per raccogliere le carte tra una mano e l’altra, l’elevato numero di mazzi e la presenza di diversi giocatori. Come abbiamo visto in alcune varianti del gioco il banco è fisso, in altre si sposta a turno: l’importante è ricordare sempre che una mano può finire solamente in tre modi:

  • a vantaggio del giocatore;
  • a vantaggio del banco;
  • in parità.

A questo proposito l’importante è non scoraggiarti ai primi tentativi: capirai presto come il baccarat sia un gioco rapido, in cui la fortuna può ribaltare le sorti di una mano e di una partita intera in pochi secondi. Il consiglio migliore, perciò, rimane quello di avvicinarsi al gioco con prudenza e imparare il più possibile prima di puntare somme elevate: anche per questo motivo più avanti troverai un approfondimento sulla gestione del denaro e sui sistemi da mettere in pratica per cavarsela anche nel caso di mani sfavorevoli.

Tutto sui punteggi del baccarat

La particolarità del baccarat, che lo differenzia da altri giochi in cui ci si deve avvicinare il più possibile ad una determinata cifra, come il 21 nel caso del blackjack o il 31 in quello dell’omonimo gioco di carte, è la maniera in cui vengono calcolati i punti durante le mani e la cifra da raggiungere, il 9 appunto. Le carte infatti hanno un valore diverso rispetto ai classici giochi di carte, e l’operazione che più caratterizza questo gioco è quella della sottrazione delle decine in modo da avere una sola cifra più o meno vicina al 9. Grazie a questa particolarità il gioco è decisamente insolito e imprevedibile, e oltre alla necessità di essere veloci nel calcolo è particolarmente stimolante proprio perché bisogna andare oltre la solita concezione dei punteggi dei giochi di carte e adeguarsi al sistema di calcolo punti tipico del baccarat.

Come vengono calcolati i punteggi

Quante carte ci vogliono per giocare a baccarat e, soprattutto, come vengono calcolati i punti relativi ad ogni carta? Come abbiamo visto nel capitolo precedente di questa guida le carte in gioco sono molto numerose: si gioca a baccarat con mazzi di carte francesi in un numero che va dai sei tradizionali agli otto, ognuno composto da 52 carte, a cui vengono tolti tutti i jolly. Ogni carta ha un valore diverso:

  • le figure, quindi l’asso, il re, la regina e il fante, valgono 0;
  • 10 valgono 0;
  • le altre carte valgono il numero che rappresentano.
Come calcolare i punti a baccarat
Il valore delle carte a baccarat

La particolarità di questo gioco risiede proprio nel modo in cui vengono calcolati i punti: si calcola la somma del punteggio totalizzato con le due o tre carte distribuite e, qualora superi il 9, si elimina la decina quando si determina il punteggio della propria mano. Ad esempio: è possibile ottenere un 8, ottimo punteggio, con due 4 o con due 3 e un 2, ma cosa accade quando la somma delle proprie carte è superiore alla decina, come per un 25 formato da due 9 e un 7? In questo caso va eliminata la cifra che rappresenta la decina, il 2 appunto, e il proprio punteggio passa ad essere 5. Una volta fatta l’abitudine a questo sistema di punteggi, nel quale due carte “basse” sono in realtà potenzialmente migliori rispetto alle classiche carte “alte”, sarà facile entrare nel meccanismo del gioco e capire sempre più velocemente come effettuare puntate vantaggiose per la propria mano.

Gestione del denaro

Il modo migliore per gestire il denaro quando si gioca a baccarat è lo stesso metodo applicabile a molti altri giochi da casinò: si tratta di iniziare a prendere confidenza con le regole del gioco e con le puntate più efficaci guardando gli altri giocare o, meglio ancora, cimentandosi nelle versioni demo online che consentono di imparare a giocare senza investire per forza denaro vero. Una volta passato alla seconda fase di conoscenza delle regole del gioco e accumulata un po’ di esperienza, potrai impegnarti con i metodi migliori per gestire al meglio il tuo portafogli con denaro vero, anche se va ricordato che il baccarat è un gioco di fortuna in cui le strategie sono applicabili sì, ma senza garanzie certe. Per questo motivo valgono anche per questo gioco le regole base di “prudenza” e oculatezza per organizzare al meglio il proprio denaro:

  • smettere di giocare quando si comincia a vincere in maniera soddisfacente, senza inseguire il miraggio di accumulare sempre più punti.
  • tendenzialmente preferire le puntate sul banco, anche se l’esperienza ti insegnerà che il baccarat è un gioco tanto movimentato quanto imprevedibile e mai come per questa attività la fortuna è sempre l’alleata migliore.

I sistemi del baccarat

Quando si gioca a baccarat le strategie non mancano mai: la più usata è la cosiddetta “strategia 1 3 2 6”. Le cifre elencate corrispondono alle unità che è bene scommettere in sequenza di quattro mani, in modo da avere sempre una tattica da portare avanti e da ricominciare ogni volta che si perde una mano. Questo sistema è un ottimo metodo per tenere sotto controllo le proprie puntate e per massimizzare le vincite a baccarat live, ed è ovviamente applicabile in maniera scalabile: l’importante è mantenere la proporzione e puntare 1 unità, poi 3 unità, poi 2 unità e infine 6 unità. Essendo il baccarat particolarmente noto sono molto numerose anche le strategie secondarie per questo gioco: sono basate principalmente su come reagire ad una puntata andata male per portare avanti le proprie partite in maniera soddisfacente nonostante tutto! Quando si sceglie una strategia l’importante è agire razionalmente e con lucidità, e continuare a portarla avanti con coerenza in modo da ottimizzare le proprie puntate il più possibile.

Baccarat e la strategia 1 3 2 6
Strategia 1326 del baccarat

La strategia unilaterale

Questa strategia, nota in inglese come “one-sided”, ha a che fare con una precisa dinamica di gioco: non cambiare mai tattica. Quando si scommette la prima volta, infatti, può capitare che si vinca o che si perda. Se si perde per tre volte, bisogna fare i conti con diversi fattori, tra cui il più inevitabile: la fortuna non è prevedibile e la cosa migliore da fare quando non si ha la dea bendata dalla propria parte è quella di prenderne atto e minimizzare strategicamente eventuali perdite. Alla terza puntata andata a vuoto è perciò arrivato il momento di smettere di puntare e di aspettare una buona mano: solo a questo punto è consigliato tornare a puntare.

La strategia di inversione della tendenza

La strategia di inversione della tendenza si basa invece su un’attenzione al gioco maggiore rispetto alla strategia precedente: comporta infatti tenere costantemente a mente l’andamento della partita e portare avanti una tattica che può apparire controproducente ma che, nel lungo periodo, consente in realtà di tenere sotto controllo sia le perdite che le vincite. Basandosi sul fatto che una puntata può andare bene o male, infatti, è poi necessario reagire: se si gioca portando avanti due strategie contemporaneamente, non appena si arriva a perdere per due volte di seguito si può subito ricorrere alla seconda strategia, e cambiare nuovamente tornando alla prima strategia scelta qualora si perda ancora per due volte. Questa strategia, chiamata “trend-switch” in inglese, è perciò basata sull’attenersi allo schema di gioco per il quale ogni due puntate perse si cambia tattica o si torna alla precedente.

La strategia dello “spezzare l’ordine”

L’ultima strategia per giocare a baccarat (“breaking the doubles” in inglese) qui presentata consiste nel puntare l’opposto rispetto al risultato ottenuto in caso di perdita. Se perdi una puntata non devi arrenderti, ma raddoppiare la puntata successiva in modo da recuperare. Quando si sceglie questa strategia bisogna essere pronti al verificarsi di esiti svantaggiosi ma fiduciosi nella possibilità di recupero, senza mai esagerare: se la partita è già a metà e si è notato che si è rimasti in svantaggio è necessario fermarsi perché l’eventuale recupero è improbabile. Così facendo limiterai le perdite, terrai sotto controllo il tuo denaro e quando avrai ottenuto una buona mano avrai di che investire!

Metti alla prova le tue conoscenze sul baccarat

Ora hai le basi per giocare a baccarat e, se sei già un giocatore esperto, per ripassare tutto ciò che c’è da sapere su questo coinvolgente gioco di carte: verifica le tue nuove conoscenze grazie al quiz riassuntivo di questo sesto capitolo della guida di StarCasinò ai giochi!