Tavola Ouija: cos’è e come si usa

Esiste realmente un legame tra il mondo in cui viviamo e quello dei morti? Questa è una domanda che ognuno di noi si è posto almeno una volta nella vita. Nel corso dei secoli, molte persone hanno provato a comunicare con i defunti cercando un collegamento tra la vita terrestre e l’aldilà: uno dei metodi più utilizzati è la Tavola Ouija. In questo articolo ti raccontiamo la sua storia e ti spieghiamo come utilizzarla.

Cos’è la Tavola Ouija

La Tavola Ouija è uno degli strumenti più utilizzati (e famosi) nel corso delle sedute spiritiche per invocare anime dall’aldilà. La tavola ha un aspetto molto semplice: una superficie piatta rettangolare, solitamente di legno, con sopra raffigurate tutte le lettere dell’alfabeto, i numeri da 0 a 9 e le scritte “YES”, “NO” e “GOODBYE”. Solitamente, le lettere sono disposte in modo circolare, ma in commercio si trovano anche modelli con disposizioni orizzontali o semicircolari. Inoltre, è presente un indicatore mobile, noto come “planchette”, che viene utilizzato per ricevere le risposte delle anime dell’aldilà. 

La storia

Ufficialmente, la Tavola Ouija nasce sul finire del XIX secolo: gli inventori furono Elijah Jefferson Bond e Charles Kennard, due uomini d’affari statunitensi. La prima tavola fu messa in commercio il 28 maggio 1890, ma il nome attuale di “Ouija” è comparso solo nel 1901, quando William Fuld, impiegato di Kennard, rivelò i diritti di sfruttamento e la rimise in produzione con il nome con il quale la conosciamo ancora oggi. Nonostante sia stata creata nel 1890, si dice che addirittura Pitagora, che di tavole se ne intendeva, avrebbe utilizzato uno strumento simile per comunicare con il mondo dei defunti.

Come utilizzare la Tavola Ouija

Lo scopo principale della Tavola Ouija è quello di porre le domande ai defunti e ricevere delle risposte da essi.

Per poter utilizzare la Tavola Ouija è necessario sia presenti almeno due persone. Secondo il “regolamento ufficiale”, i partecipanti dovrebbero essere un uomo e una donna che devono sedersi a terra posizionando la tavola sulle ginocchia unite. Nel caso ci siano più persone, bisogna sedersi a terra o disporsi attorno ad tavolo in modo che tutti possano vedere bene la Tavola e tenere le dita sulla planchette. 

Prima di iniziare la seduta, bisogna incaricare un medium, ovvero colui o colei che si occuperà di fare le domande agli spiriti facendo così da tramite tra i due mondi. La planchette va posizionata sulla lettera “G” e bisogna scegliere un rito d’inizio (preghiera, formula di benvenuto, gioielli sparsi) per salutare lo spirito.

Il medium è colui che può fare le prime domande, il consiglio è quello di porre domande molto semplici, gli spiriti sono abbastanza suscettibili. È inoltre sconsigliato chiedere allo spirito di palesarsi e di dimostrare la sua presenza, questo potrebbe indispettirlo o farlo addirittura entrare stabilmente all’interno della vostra casa. Inoltre, se lo spirito dice di essere “cattivo“, è opportuno interrompere subito la seduta.

Una volta finito tutto, non dimenticate di salutare lo spirito: spostate la planchette su “GOODBYE”, oppure dite semplicemente “Arrivederci”.

Il mondo degli spiriti e non solo: c’è tanto da scoprire su StarCasinò!

Sul blog di StarCasinò puoi trovare tantissimi contenuti originali! Dai tutorial e le recensioni di tantissimi giochi, ai pronostici dei più importanti eventi sportivi fino alle curiosità più stravaganti come quella della Tavola Ouija. Vuoi trascorrere il tuo tempo libero all’insegna del divertimento? Ti aspettiamo nel nostro casinò online con una proposta di gioco ricca e variegata. Se non sei ancora iscritto, registrati gratis e sfrutta la promozione Zero Rischi Bonus. Riceverai 100 Free Spins senza deposito e 200 Free Spins con i primi 4 depositi per la slot Starburst XXXtreme, più 200 euro di bonus cashback!

Banner Blog Zero Rischi Bonus Marzo 2022